Lapislazzuli

Gemma rinomata e una delle materie prime più importanti della storia dell'arte.

Colore: blu


Caratteristiche: il lapislazzuli è una pietra versatile e molto apprezzata, che affascina per il suo incantevole colore e le puntinature dorate di pirite. Viene lavorato spesso in sculture o per ornare anelli e pendenti con taglio a cabochon. Come pietra ornamentale nelle fontane da interno, il suo colore blu intenso si ravviva a contatto con l'acqua.
Giacimenti: le miniere più eccellenti si trovano in Afghanistan, Cile e Russia.

Storia: il lapislazzuli è da sempre una pietra molto apprezzata in gioielleria e nella cristalloterapia. Ma il valore che ricopre per la storia culturale dell'umanità è dovuto principalmente alla sua funzione come materiale principale per la produzione del colore acquamarina. Macinato, ridotto in polvere, e mescolato con leganti, con questa pietra simile al marmo si creavano i lucenti colori blu per acquerelli, tempere o pitture a olio.
l lapislazzuli (meno comune lapislazuli) è una delle pietre preziose considerate tali da più tempo nella storia. La storia di questa gemma risale al V millennio a.C., fu molto usata per la fabbricazione dei gioielli trovati nelle tombe faraoniche in Egitto.
È di colore azzurro intenso prevalentemente (ma ne esistono anche campioni di colore più vicino al celeste, a seconda della quantità di calcite), e da questo deriva il suo nome, composto dal latino lapis (pietra) e lazuli, genitivo del latino medioevale lazulum, derivato dall'arabo (al-) lazward, a sua volta dal persiano lāzhward che significa appunto "azzurro".

lapis lazuli a plus big

Social Networks

FacebookFeedTwitter
Leggi Tutte le news